Innamorarsi? Forse…

 

L’opera in modo umoristico, ironico, a tratti critico, affronta la vita di chi rimane solo in seguito alla perdita di legami affettivi forti, quali il matrimonio, la convivenza, o il più semplice,ma profondo, innamoramento. A quella perdita segue il dolore, la solitudine, la scomparsa delle illusioni e della freschezza iniziale che ci ha fatto innamorare ma che non ci ha messo al riparo dalla sofferenza  dell’ abbandono.  Così, passato il dolore dell’addio subito, o anche dato, ritorna l’urgenza della rinascita affettiva.

L’ironia sorregge il tono che è sempre leggero e a tratti ilare, dato che non sempre ci si può fare colpevoli di ciò che altri non ci hanno dato, né ci daranno mai. Vengono svelati i meccanismi palesi e inconsci che portano all’addio e alla ripartenza.

 

Un viaggio psicologico nella delusione del disamore, ma soprattutto nelle tenaci illusioni del nuovo amore su cui investire, ma che non sempre si concretizza.